Infissione statica a pressione con Zero vibrazioni

SILENT PILING

Infissione statica a pressione con Zero vibrazioni SILENT PILING 2018-10-12T17:21:53+00:00

Project Description

Generalità

L’infissione statica (Silent Piling) o infissione a pressione delle palancole avviene senza emissioni di vibrazioni e con basse emissioni rumorose (60 dB) e quindi è perfetta per interventi in aree residenziali e vicino a costruzioni sensibili.

Vibrazioni

Rumori

Con la pressa idraulica le vibrazioni sono eliminate, il tutto verificabile sul campo con strumentazioni

Cantiere Chimin Srl Colorno (Pr)

Principio di funzionamento

La pressa idraulica  ( Silent Piler ) è priva di eccentrici presenti invece nei classici vibro-infissori e non genera vibrazioni durante l’infissione delle palancole semplicemente perchè il suo principio di funzionamento non le prevede e non può iniziarle.

La modalità di funzionamento della macchina è molto semplice:

La pressa ha una struttura costituita di un carrello, dove sono collocate tre pinze che le permettono di ancorarsi agli elementi della paratia già infissi, e di un mandrino con all’interno una quarta morsa per afferrare ogni nuova palancole da posare.

La pressa affonda senza vibrazioni la palancola nel terreno esercitando sulla stessa una forza di spinta ricavata dalla resistenza all’estrazione dei tre profili precedentemente infissi e a cui la macchina si ancora con le pinze sul carrello. Le due ganascie costituenti la morsa dentro al mandrino

stringono la palancola e la infiggono nel sottosuolo, muovendosi dall’alto al basso lungo due pistoni-guida; arrivate a fine corsa le ganascie liberano la palancola e si riportano in alto per ripetere più volte lo stesso processo, fino a quando la testa della palancola è intestata alla quota di progetto.

Funzionamento pressa idraulica

Principio funzionamento pressa idraulica

Layout cantiere

Modalità di funzionamento

In fase iniziale per posare le prime tre palancole, la pressa si appoggia ad una unità di reazione “REACTION STAND” opportunamente zavorrata e avanza ancorandosi all’ultima palancola infissa scivolando in avanti.

Pressa su reaction stand

Prima fase : pressa su reaction stand

Infisse tre palancole, si stacca dal supporto di reazione e si sposta autonomamente sul palancolato per l’infissione degli elementi successivi. Praticamente si sostiene ogni volta all’ultimo profilo non ancora completamente affondato e slitta il carrello in avanti, così da potersi vincolare con le morse ai tre elementi precedenti, poi è libera di concludere l’installazione dell’ultima palancola.

Seconda fase : pressa su palancolato

Per terreni ad alta resistenza (molto compatti, molto addensati)

Perfetta per terreni coesivi ma anche per quelli granulari, e laddove la stratigrafia è molto compatta/addensata si può intervenire operando dei pre-fori (Super Crush Mode) oppure accoppiando la pressa con una unità di acqua ad alta pressione (Water Jetting Mode) capace di “rompere” gli strati più difficili.

Le presse idrauliche di Chimin Srl

1. Kowan Still Worker ZU-100

2. Giken F301

Possiamo aiutarti a realizzare il tuo progetto

Contattaci
error: Contenuti © Chimin